Vicenza festeggia l'8 settembre il Santo Patrono a partire dal 1978, quando l'allora Pontefice Papa Paolo VI proclamò la Madonna di Monte Berico patrona della città, festeggiata con solenni celebrazioni. Ma la Festa della Madonna non ha per Vicenza solamente una valenza religiosa ma anche pagana, con la cosiddetta “Festa dei Oto” che rappresenta per i vicentini l'occasione di rivivere momenti di festa e convivialità. Nei giorni che precedono e seguono l'8 settembre, la città è letteralmente invasa dal festoso e coloratissimo carrozzone del luna park che, a parte una breve parentesi, ha sempre trovato la sua collocazione classica nel grande spazio verde di Campo Marzo, di fronte alla stazione ferroviaria.
Il Comune di Vicenza a partire dal 2010 con cadenza biennale ha voluto recuperare anche un altro grande simbolo della città che risale al 1444, la cosiddetta “Rua”, che ha simboleggiato la città di Vicenza in occasione della festività del Corpus Domini, tradizionalmente considerata come l'appuntamento popolare che ha infervorato gli animi dei cittadini, i quali hanno riconosciuto in essa un simbolo di unità.  
Nel corso dei secoli la connotazione religiosa della torre, il cui nome fa riferimento alla ruota per i bambini montata al centro e simbolo dell'antico ordine dei notai, è divenuto un elemento di riconoscibilità civica, che ha accompagnato i momenti storici più salienti e le personalità più illustri di passaggio a Vicenza.  Con i bombardamenti della seconda guerra mondiale si perdette anche il macchinario.
Un comitato ha fatto ripartire l'antica tradizione in modo da far rivivere lo storico giro della Rua, in occasione della festa per la Santa Patrona, sicuramente non con i fasti dei tempi passati, ma si può assistere comunque al giro della "Ruetta", la riproduzione della Rua in scala ridotta di proprietà dell'Ipab che vede la presenza di un corteo di persone che rappresentano le associazioni, i gruppi sportivi, le confraternite, gli ordini militari e quelli professionali del territorio.
È proprio per riscoprire e valorizzare questa festa popolare che il Mandamento di Vicenza di Confartigianato Imprese, con il presidente Maurizio Facco, negli ultimi anni ha appoggiato il prezioso lavoro del comitato, convinto di come questi momenti creino il senso di comunità e appartenenza.
Nella recente conferenza stampa è stata anticipata dal Comune di Vicenza la data prevista per sabato 14 settembre che ricalcherà l’impostazione delle edizioni precedenti che il Giro della “Ruetta” con al seguito tutte le associazioni e gruppi della società civile con arrivo in Piazza Signori; lo spettacolo si annuncia avveniristico e moderno.
Si è presentata anche la locandina che pubblicizzerà l'appuntamento, scelta tra le numerose proposte grafiche pervenute al Comune a seguito di uno specifico concorso di idee al quale hanno partecipato tantissimi studenti delle scuole della città.