Il Mandamento Confartigianato di Vicenza ha da tempo posto l’attenzione sul tema della sicurezza stradale e, in occasione della serata “Io vado in bici, sicuro!” organizzata dal Comune di Grisignano di Zocco, tenutasi lo scorso 12 aprile, ha voluto trasmettere il suo contributo con la presenza di alcune eccellenze del Mandamento. Durante la serata, moderata dal prof. Diego Gallo, esperto di Cicloturismo dell’Università di Trento, il presidente del Mandamento Confartigianato Maurizio Facco, nel suo intervento, ha ringraziando il sindaco Renzo Lotto e il geom. Andrea Carretta per la recente realizzazione della ciclovia che, passando per i territori di Grisignano, collega il tratto Treviso – Ostiglia e permette ai cittadini, amatori e appassionati di natura e di due ruote, di ammirare il paesaggio circostante percorrendo questa nuova ciclabile in tutta sicurezza.
In seguito i contributi tra i quali quello dell’imprenditore artigiano vicentino, Davide Maddalena, grande estimatore di ciclismo che ha fatto della sua passione un mestiere curando soprattutto la parte relativa ai dispositivi per la sicurezza: l’uso del casco obbligatorio ormai da decenni ma che, come ha raccontato al pubblico presente in sala, nella sua esperienza da ciclista, un tempo nelle gare non era uno strumento obbligatorio e molti sportivi hanno pagato con la vita questa leggerezza; il camisanese Enrico Pengo meccanico ufficiale di Vincenzo Nibali e della Nazionale Italiana di Ciclismo, ha invece narrato alcuni passi del suo articolato ma dinamico vissuto relativi al mondo del ciclismo.
Per i contributi prettamente tecnici sono intervenuti il Presidente dell’Associazione Corridori Professionisti, Cristian Salvato, ex ciclista agonista, vincitore di tre Campionati del Mondo di ciclismo secondo il quale, in base a recenti studi, la bicicletta è il mezzo più veloce entro 5 km ma sfortunatamente in Italia non vi sono ancora le infrastrutture sufficienti per renderla più sicura soprattutto per le fasce deboli: anziani e bambini.
Secondo la Paola Colussi, responsabile del servizio malattie croniche dell’Ulss 8 di Vicenza, la mobilità sostenibile va di pari passo con la prevenzione sanitaria. Infatti uno dei fattori di rischio prettamente correlati agli ictus e agli infarti cardiaci è anzitutto la sedentarietà.
Le piste pedonali-ciclabili a breve tratta (lavoro-scuola-casa), secondo la dott.ssa dell’ULSS8, hanno dei benefici impensabili sulla nostra salute se percorse regolarmente tutti i giorni. Purtroppo però da una analisi effettuata dalla Regione del Veneto, nel 2014 si sono registrati circa 14mila incidenti nella nostra Regione, soprattutto su strade extra urbane.
Il piano di prevenzione regionale che riprende il piano di prevenzione nazionale, con una utile campagna di sensibilizzazione come quella adottata dal Comune di Grisignano, motore quest’ultimo di eventi sulla ciclabilità, può pertanto ridurre notevolmente l’incidenza di questa problematica.
Il primo cittadino Renzo Lotto, infatti, insieme alla sua Giunta e a tutto il team dell’ufficio tecnico comunale si è fatto promotore della sensibilizzazione della tematica sulla sicurezza stradale, ricevendo a tal proposito un riconoscimento dalla FIAB - Federazione Italiana Amici della Bicicletta, con la realizzazione per esempio, oltre che del citato tratto di ciclovia Ostiglia –Treviso che passa per i territori del Comune di Grisignano, anche di altri interventi, come lo stop per le auto con precedenza alla ciclabile o le cosiddette “zone a 30” che, nonostante, inizialmente, abbiano sollevato non poche perplessità da parte dei cittadini, si sono rivelati strategici strumenti per la sicurezza stradale.
L’evento si è quindi concluso con i ringraziamenti da parte del sindaco Renzo Lotto agli stakeholder che hanno collaborato alla realizzazione della serata e delle opere che oggi permettono di muoversi in salute e immersi nel verde dei nostri territori ed invitando tutti all’inaugurazione del nuovo tratto di ciclovia, che si terrà il prossimo 18 maggio a Grisignano.