Il gruppo dei premiati

Si è svolta, al Ridotto del Teatro Comunale di Vicenza, la cerimonia di consegna del riconoscimento “Premio Fedeltà Associativa 2017” del Mandamento Confartigianato Vicenza, un momento di festa per dare risalto a quelle imprese che si sono distinte per la loro pluriennale attività e che hanno raggiunto il traguardo di 40 anni di lavoro in cammino con l’Associazione.

Sono state una quarantina le aziende premiate, altrettante realtà che hanno saputo andare avanti nonostante tutto, superare difficoltà di ogni tipo e superare ostacoli imprevisti, in particolare in questi ultimi anni, facendo affidamento sulle loro capacità, innovandosi e adattandosi rapidamente alle nuove esigenze di mercato.
Gli imprenditori coinvolti, appartengono a diverse zone del territorio del Mandamento e più precisamente ai comuni di Altavilla Vicentina, Bolzano Vicentino, Caldogno, Camisano Vicentino, Creazzo, Dueville, Isola Vicentina, Montecchio Precalcino, Monticello Conte Otto, Pozzoleone, Sandrigo e Vicenza.
“L’appuntamento è sempre molto sentito (300 i presenti al Teatro, ndr) perché rappresenta un momento di orgoglio, non solo per le aziende, ma anche per i territori in cui operano, per il Mandamento e Confartigianato tutta – ha spiegato il presidente mandamentale Maurizio Facco-. Come dimostrano queste aziende, infatti, il comparto dell’artigianato è ancora molto attivo e, dopo un periodo di assestamento, i dati tornano a essere positivi, tanto che l’occupazione è in crescita. Perciò, non c’è motivo di pensare che la tradizione artigianale italiana sia destinata a scomparire, anzi, tra i paesi industrializzati l’artigianato italiano ha un posto privilegiato e l’eccellenza della nostra produzione manuale è riconosciuta a livello globale.  La forza del sapere artigiano sta nel coniugare valori come l’unicità, l’estetica e la qualità con la creatività, l’ingegno e la maestria manuale: la tradizione artigiana, la nostra identità, ma anche l’innovazione e la crescita, sono frutti di questo processo”. Facco ha quindi ricordato anche l’impegno del Mandamento, e di Confartigianato, a sostegno delle imprese “tanto nella dimensione organizzativa, con il costante dialogo con le istituzioni locali, che di rappresentanza, che va verso i temi della valorizzazione del territorio, dell’ambiente, della mobilità sostenibile, con l’obiettivo di portare proposte utili a uno sviluppo d’area vasta”. “Nella dimensione operativa, invece – ha aggiunto Facco- in Confartigianato e nei Mandamenti le imprese trovano nuovi servizi e adeguate strutture per dare risposte precise alle loro esigenze”.
La cerimonia, cui era presente anche il presidente provinciale, Agostino Bonomo, è stata allietata da Pino Costalunga, attore e regista di teatro, che, accompagnato dal musicista Giorgio Gobbo, ha proposto un viaggio attraverso il linguaggio per fare capire con gioia e leggerezza chi siamo e come siamo cambiati negli anni.
Al termine sindaci ed autorità hanno affiancato il presidente Facco, la Giunta e Dirigenti del Mandamento di Vicenza, nella cerimonia di consegna dei premi. Non sono mancati i riconoscimenti al “Pensionato Benemerito”, a tre artigiani in pensione, conferiti dall’Associazione Pensionati di Confartigianato Vicenza per la loro passione e impegno verso i colleghi.
Ed ecco i premiati: Altavilla: Cos.Metal snc di Brusaferro Sergio & C. (costruzioni metalliche in ferro e alluminio); C.P.F. snc di Cavallo Carmelo & C. (lavorazioni meccaniche); Menti Renato & Nereo snc (autotrasporti); Celsan Vittorio & C. (autotrasporti); Bolzano Vicentino: Fagionato srl (autofficina); Caldogno: Impresa Edile Baldinazzo srl (edilizia); Munaca snc di Agnoletto Luca & C. (lavorazione legno); Costruzioni Edili Nicente srl (edilizia); Camisano: Giancarlo Pasinetti (costruzioni metalliche); Marcello Rizzo (autotrasporti); Salone Due R di Ferrari R. & Pegoraro R. snc (barbiere); Creazzo: Autofficina Internazionale srl (autofficina); Dueville: Fiorio Luigi & F.lli snc (lavorazione legno); Costruzioni Meccaniche ing. Santin di Santin Domenico (costruzioni meccaniche); Rienzo Testolin (impresa pulizia); Perdoncin Escavazioni sas di Perdoncin Moreno & C. (movimento terra); Veller Impianti srl (installazioni impianti); Gambugliano: Taer srl (tornitura); Isola Vicentina: Elcom di Comparin Elio (pellicciaio); Piesse pubblicità sas di Cailotto Vittorio & C. (promozione pubblicitaria); Montecchio Precalcino: El maio snc Bonin Flavio & C. (lavorazione ferro); Gabrieletto Meccanica snc di Giampietro Gabrieletto & C. (officina meccanica e torneria); Monticello Conte Otto: Vierre snc di Vivian Giancarlo & C.(produzione attrezzature meccaniche); Speggiorin Silvano srl (oreficeria, argenteria, bigiotteria e tagli pietre); Pozzoleone: Trentin Pavimenti sas di Trentin Tiberio & C. (posapavimenti);  Sandrigo: Effedue srl (torneria); Santo Miglioranza (falegnameria); Crestani Sport di Crestani Carlo (produzione skiroll); Torri di Quartesolo: Autocarrozzeria Lerino snc di La Froscia Eduardo & Basso Roberto (autocarrozzeria); Vicenza: Alessandro Barban (barbiere); Giorgio Beggio (barbiere); Giuseppe Carbone (lavorazioni metalli preziosi); Paolo Corato (impianti elettrici);  P.R.C. Gobbo Ilario & C. snc (posa pavimenti e manutenzioni edili); Roccatura Francesca di Meneghello Giuseppe & C. snc (roccatura filati); Salone Lorenza Muraro Anna Lorenza (acconciatura); Delio Pendin (carrozzeria ed elettrauto); Annamaria Simonetti (salone acconciatura); Variati Lorenzo & Luciano snc (pittura e decorazioni). Pensionati Benemeriti: Claudio Bedin (Arcugnano); Ettore Stegagnolo (Caldogno); Sergio Cisco (Longare).