Il ruolo e la valorizzazione delle imprese artigiane attive nel campo del restauro è stato il tema affrontato durante un incontro che il presidente della categoria in seno a Confartigianato Alberto Finozzi, accompagnato dall'avv. Paolo Malaguti, ha avuto con l'assessore alla Cura Urbana del Comune di Vicenza, Cristina Balbi, e il funzionario tecnico arch. Raffaella Gianello.

Ai rappresentanti municipali è stato presentato un modello di bando di gara a procedura aperta per l’affidamento del servizio di progettazione, nel caso di coinvolgimento delle imprese del restauro, con la finalità di supportare il Comune capoluogo e nel contempo di definirne la sua migliore stesura, in modo che poi possano essere interessati anche i Comuni di tutta la provincia.
Il presidente Finozzi ha inoltre posto l’accento sulla necessità di valorizzare le imprese artigiane del territorio specializzate nel restauro dei beni culturali mediante la creazione di un “portfolio” provinciale contenente un elenco delle aziende che abbiano un’adeguata competenza professionale. L'assessore Balbi ha espresso la sua disponibilità a valutare, assieme ai tecnici del Comune, il modello presentato e l’idea della creazione di una lista delle imprese restauratrici con l’indicazione delle specialità di ciascuna, il che permetterebbe di tracciare le punte di eccellenza locali, purtroppo non sempre conosciute.