Tre giorni di full immersion (22, 23 e 24 novembre, ndr) per trovare un’idea vincente, magari da mettere sul mercato, o soluzioni imprenditoriali. Una “Tempesta di cervelli”, questo il nome dell’iniziativa, che a Palazzo Festari di Valdagno ha visto impegnati 45 studenti dell’Istituto Tecnico Industriale Marzotto (delle classi terze, suddivisi in 9 gruppi) cinque insegnanti, più cinque imprenditori in veste di “mentori”.

Baby trash manager, Boom ed E-xpired foods

Promosso dal Movimento Giovani, Ufficio Scuola e Mandamento di Valdagno di Confartigianato Vicenza, con il patrocinio del Comune e in partnership con il Contamination Lab di Trento, il progetto ha come obiettivi quello stimolare nei giovani idee e di promuovere l’autoimprenditorialità, alimentando e consolidando in loro la cultura del proporsi direttamente sul mercato. Così, attraverso un laboratorio didattico articolato in sedici ore, e con l’ausilio di Alessandro Rossi dell’Università di Trento, i ragazzi hanno imparato come creare un team attorno a un’idea di business, come svilupparla e presentarla secondo la tecnica del cosiddetto “elevator pitch”, in un clima di lavoro ma anche di divertimento.    
Alla fine sono stati decretati i tre progetti (altri tre arriveranno da Lonigo dove dal 5 al 7 dicembre si svolgerà analoga iniziativa) che accederanno alla finale di marzo 2018 da cui uscirà il vincitore provinciale. Si tratta dei progetti: Baby Trash manager (Valentina Lizza, Mattia Dalla Riva, Giulia Tovo, Riccardo Ceola, Veronica Consolaro) che propone ai bambini un sistema di raccolta differenziata divertente con tanto di display che plaude o invita a ritentare; E-xpired foods (Nicola Petropolli, Camilla Perin, Riccardo Rossato, Pietro Gecchele) ovvero un programma che permette agli addetti dei supermercati di tener sotto controllo i prodotti in scadenza; e Boom (Federico Storti, Enea Isteri, Mohamed Abdellaoui, Tommaso Faccin) un cannone “spara persone” ideale per acquapark o parchi a tema.
Ai giovani finalisti, e a tutti i partecipanti, per l’entusiasmo e la “voglia di fare” dimostrati è andato il plauso di Gianluca Cavion (presidente del Mandamento Confartigianato di Valdagno), Enrico Zanotelli e Nicola Cavazzon (imprenditori) membri della commissione di selezione; Andrea Lovato “mentor”; e di Liliana Magnani, assessore all’Istruzione del Comune di Valdagno.