Confartigianato Imprese Vicenza propone anche per quest’anno il progetto “GenerAzioni” dedicato a favorire l’incontro, appunto, tra le generazioni, nell’ottica di una utile interazione tra chi si affaccia al mondo del lavoro e chi sul lavoro ha acquisito un “sapere” fatto di esperienza. Da un lato, quindi, la “Generazione Z” che comprende i giovani di età tra i 6 e i 21 anni; dall’altro i “Millennials” o la “Generazione Y”, ovvero i nati tra il 1977 e il 1995, entrambe protagoniste di cambiamenti epocali di natura economica sociale e tecnologica. Tuttavia, le generazioni già attive nel mondo del lavoro “devono” preparare l’avvento della generazione successiva, e qual è il modo migliore se non farle incontrare entrambe con modalità originali?
Da qui partono le tre azioni del progetto, che vede anche il coinvolgimento dell’Università di Trento, dedicate ai ragazzi della scuola secondaria di secondo grado, ai giovani diplomati che frequentano l’ITS e agli imprenditori junior già operativi nell’azienda di famiglia. Nel progetto sono coinvolti i Mandamenti di Arsiero, Thiene, Schio e Malo. Le diverse fasi sono in calendario da ottobre a dicembre, e si chiuderanno con un incontro il 2 dicembre al Teatro Comunale di Thiene, ospite Paolo Crepet.
Il progetto è stato presentato (nella mattinata del 7 ottobre, ndr) al Liceo Corradini di Thiene agli studenti delle classi IV dello stesso Istituto e ai coetanei dell’IPSIA Garbin di Schio (sede di Thiene) che parteciperanno alla  “Tempesta di cervelli”. Si tratta di un laboratorio di start-up articolato in tre incontri che si svolgeranno in Villa Fabris (il 23, 24 e 25 ottobre) durante i quali saranno approfonditi i temi dell’innovazione e di “come” si genera un’idea imprenditoriale, creandovi attorno un team che poi dovrà presentare il lavoro compiuto a una giuria di esperti. Ad accompagnare i ragazzi in tale percorso, con opportuni consigli, saranno alcuni giovani imprenditori e gli esperti del Contamination Lab dell’Università di Trento.
Nella sede Mandamentale di Thiene (sempre lunedì 7, ndr) è stata presentata l’azione “Open Innovation”: quattro incontri, che si svolgeranno a novembre al Faber Box di Schio, durante i quali gli studenti dell’ITS Meccatronico Veneto scledense dovranno cimentarsi nel “Problem Solving” aziendale. Obiettivo di questa azione, che vedrà anche la presenza di esperti nel campo dell’innovazione e l’affiancamento di alcune aziende del territorio, è portare i giovani a trovare soluzioni concrete alle sfide che quotidianamente le imprese si trovano ad affrontare per la conquista dei mercati.
Infine, la terza azione, denominata “Figli d’arte”, è rivolta agli imprenditori di seconda generazione già attivi in azienda e sarà presentata in due diversi appuntamenti (prenotazioni sul sito www.confartigianatovicenza.it) il 16 ottobre a Vicenza (presso Digital Innovation Hub nella sede di Confartigianato Imprese Vicenza di via Fermi) e il 17 ottobre a Noventa Vicentina (presso Sala Paradiso del Municipio di Noventa Vicentina).
In questo caso l’obiettivo dei percorsi, che saranno attivati in seguito, è quello, attraverso una modalità pratica con esercizi e simulazioni, di favorire il passaggio generazionale, individuando quindi le soluzioni più adatte agli aspetti critici che vi possono essere.
Sono partner del progetto: Comuni di Thiene e Schio, Associazione Villa Fabris, Liceo Corradini e IPSIA Garbin di Thiene, ITS Meccatronico Veneto sede di Schio, Università di Trento – Contamination Lab, DePlan Società Cooperativa.