È in programma per mercoledì 20 un incontro dedicato a “Credito e Riforme cambia l’Impresa. Una nuova intesa tra banche e aziende” promosso da Fidi Nordest in collaborazione con Confartigianato Imprese Vicenza.
Lo spunto arriva dal nuovo Codice della crisi d’impresa e insolvenza (pubblicato in Gazzetta il 14 febbraio scorso) che, tra tante novità, norma molti aspetti del fare impresa. Il tutto è di particolare interesse anche per le banche, nei confronti delle quali le imprese dovranno necessariamente aumentare i flussi informativi per garantirsi un regolare accesso al credito. Inoltre, il nuovo approccio, nella valutazione del merito creditizio, sarà per le imprese anche una garanzia in termini di continuità aziendale “In Bonis”.
L’incontro, che si svolgerà al Centro Congressi di via Fermi a partire dalle 18, sarà aperto da Luigino Bari, presidente di Fidi Nordest, seguiranno poi gli interventi degli esperti, quindi, un tavolo di confronto cui partecipano gli istituti di credito. Per la prima parte interverranno: Erika Faggion, responsabile Area Gestione d’impresa di Confartigianato Imprese Vicenza; Gianmarco Russo, Direttore Generale di Veneto Sviluppo e Marco Ghislandi, Network and Partnership Manager di Generalfinance.
Il tavolo di confronto, moderato da Piero Erle, caposervizio Economia de Il Giornale di Vicenza, vedrà invece la presenza di: Luciano Sassetto, Direttore Generale di Fidi Nordest; Federico Venditti, Head of Credito Deteriorato di Gruppo Iccrea; Stefano Prandato, Direttore Area Imprese Vicenza e Provincia di Intesa Sanpaolo; Francesco Miotti, Direttore Centro Corporate Banking Veneto Occidentale di Volksbank; Maurizio Concina Direttore Business Center Vicenza di Unicredit, e un esponente di Cassa Centrale Banca. Ad Agostino Bonomo, presidente di Confartigianato Imprese Vicenza, il compito di trarre le conclusioni e di illustrare l’impatto del nuovo Codice sulle imprese.