Pietro Francesco De Lotto è il nuovo Portavoce della Categoria PMI in seno al Comitato Economico Sociale Europeo. Lo hanno nominato i 41 componenti della Categoria, in rappresentanza delle Organizzazioni datoriali delle PMI dei 28 Paesi membri dell’Unione europea, nel corso di una riunione svoltasi nei giorni presso la sede del CESE a Bruxelles.

Pietro Francesco De Lotto è Direttore Generale di Confartigianato Vicenza, Ricercatore Senior e Professore aggregato di Economia Internazionale all’Università di Trieste. Rappresenta l’artigianato italiano a Bruxelles su proposta del Governo e su nomina del Consiglio Europeo.
“Sono orgoglioso – ha dichiarato De Lotto – di ricoprire questo nuovo incarico al CESE, frutto di un grande lavoro svolto in questi anni con il sostegno di Confartigianato Imprese”.
De Lotto indica i numerosi aspetti all’attenzione della Categoria: la nuova definizione europea delle PMI, la programmazione finanziaria a partire dal 2020 che punti a promuovere il valore artigiano della produzione, l’impegno a rendere maggiormente accessibili le risorse economiche europee oggi sottoutilizzate in particolare dalle micro imprese, la certezza dei tempi di pagamento nel rispetto degli obblighi previsti dalla Direttiva UE, la formazione delle competenze imprenditoriali e tecniche, lo sviluppo di nuovi strumenti finanziari dedicati alle PMI.
Il Segretario Generale di Confartigianato Imprese Cesare Fumagalli esprime soddisfazione per la nomina di De Lotto al quale formula, a nome della Confederazione, auguri di buon lavoro. “La sua nomina – sostiene Fumagalli – è un riconoscimento dell’importanza del nostro Paese e della nostra attività di rappresentanza associativa in Europa, in un momento così delicato in cui è necessario aumentare la coesione delle politiche economiche europee a sostegno delle micro e piccole imprese”.
“Il nostro obiettivo – sottolinea De Lotto – consiste nel dare concretezza al principio europeo ‘Think Small First’, creando condizioni di stimolo e sostegno all’attività degli imprenditori e accompagnandone i percorsi di innovazione”.