Sono oltre 1200 le imprese del settore Legno aderenti a Confartigianato Vicenza tra aziende di utilizzazione forestale, segherie, falegnamerie, serramentisti, mobilieri, restauratori.

A loro, tra ottobre e novembre, l’associazione propone una duplice serie di incontri che hanno l’obiettivo di diffondere la conoscenza del legno e di incentivarne l’utilizzo favorendo un linguaggio comune tra artigiani, progettisti e committenti, nonché di affrontare il mercato valorizzando l’identità e la qualità del lavoro delle piccole imprese anche tramite il Web.
“Alberi per abitare” è il titolo della prima iniziativa, un ciclo dedicato ad aziende e progettisti a cura di Marina Zaccaria e Sophia Los che parte da una considerazione: dato che in questo periodo le occasioni lavorative sono offerte più da interventi di riqualificazione, recuperi, riadattamenti e ampliamenti che non dalla costruzione ex novo, le imprese devono cogliere e moltiplicare tale opportunità agendo in rete e attraverso la condivisione di conoscenze. In tale ottica, negli incontri serali (ore 20.30) al Centro Congressi di Confartigianato di Vicenza si parlerà via via di “Legno fra tradizione e innovazione” (8 ottobre), di “Ruoli, competenze e responsabilità: dal progetto al cantiere” (15 ottobre) per favorire le relazioni tra professionisti, committenti e artigiani e, infine, dei “Piccoli interventi in legno che fanno la differenza” (22 ottobre), fornendo  esempi di riqualificazione in cui entrano in gioco competenze diverse.
A conclusione di questo primo ciclo di appuntamenti è previsto, sabato 26 ottobre in Villa Fabris a Thiene, il convegno “Abitare con il legno” dedicato a chi progetta, a chi realizza e a chi abita, perché una migliore relazione tra questi soggetti  aiuta a orientare gli investimenti,  rende più solida e affidabile la proposta progettuale, valorizza il lavoro e chi lo svolge. Il dibattito, che avrà inizio alle ore 15, consentirà di conoscere e apprezzare meglio le caratteristiche tecnologiche del legno, informerà sugli incentivi per ristrutturazioni e arredo e, inoltre, permetterà di sottoporre i propri casi abitativi a professionisti e operatori, ricevendo suggerimenti per soluzioni progettuali.
A novembre seguirà un secondo ciclo di appuntamenti pomeridiani (dalle 14.30) sempre al Centro Congressi Confartigianato di Vicenza, stavolta sul tema “Perché online? Siamo ‘mobili’!  Strumenti (digitali) per la piccola impresa”, a cura di Stefano Mocellin di Social Vision Project. Anche per chi lavora con il legno, infatti, le opportunità commerciali si trovano spesso in mercati non ancora esplorati, da scoprire attraverso la Rete, e struttura e dimensione delle piccole aziende non debbono essere visti come un limite di fronte a bisogni e interessi sempre più selettivi.  Il percorso partirà da alcune premesse sull’organizzazione aziendale e sulle risorse umane per poi sviluppare, in singoli moduli, un confronto partendo da esempi reali e prendendo poi in esame gli strumenti digitali utilizzati dalle aziende, per individuare punti di forza e criticità su cui lavorare. Il primo appuntamento (8 novembre) affronterà il tema “Il mercato visto da uno schermo: il sito web aziendale”; seguiranno gli incontri dedicati a “Vendere on line: l’e-commerce per iniziare” (15 novembre) e “Promuoversi nelle ricerche: il servizio che conta” (22 novembre). L’ultimo appuntamento (29 novembre) toccherà invece il tema “I social network: gli interessi e le relazioni che alimentano il mercato”.